5 fiori per 5 supereroi Marvel

5 fiori per 5 supereroi Marvel: il significato e il loro profilo psicologia che a volte li accomuna.

5 fiori per 5 supereroi Marvel

5 fiori per 5 supereroi Marvel

  • Uomo Ragno o Spiderman e la Gerbera
  • Hulk e il Tulipano
  • Iron Man e la Girasole
  • Wolverine e la rosa rossa
  • Thor e l’Iris

Dietro le maschere dei supereroi Marvel o Dc Comics si celano uomini comuni con problemi reali, e questo è ciò che permette a molti lettori di immedesimarsi facilmente con loro, un po’ come dietro ad un fiore si cela un significato.

Si tratta di uomini che hanno sofferto e soffrono ancora nella loro vita, e che decidono di fuggire dal conformismo sociale e dalle regole creando per se stessi un alter ego più forte, che li aiuta a diventare più sicuri di sé nella loro vita quotidiana.

Uomo Ragno o Spiderman e Gerbera

Spiderman: la trasformazione che Peter Parker subisce in Uomo Ragno è stata vista come una metafora del passaggio, che tutti noi viviamo, dall’adolescenza all’età adulta.
Peter Parker è l’esempio di colui che accetta all’improvviso questa trasformazione, diventando di colpo un uomo adulto (rappresentato dalla figura del supereroe) e superando i propri problemi facendosi fonte di salvezza per gli altri. Allo stesso modo però può sempre tornare ad essere l’adolescente, un ragazzo in mezzo ad altri ragazzi, con i suoi problemi sociali e demoni interiori. Lo associo ad una gerbera che con i suoi colori può trasformare una composizione di fiori per una ragazzina in una composizione altrettanto splendida per una donna che allo stesso tempo può tornare ragazzina con altrettanta facilità.

Bouquet di gerbere bianche

Bouquet di gerbere bianche, un fiore che associo a Spider Man

Hulk e il Tulipano

Hulk esordì sulle pagine della collana The Incredible Hulk con una pelle grigia come quella del mostro di Frankenstein e la trasformazione avveniva solo di notte come nello strano caso del dottor Jekyll e del signor Hydema i suoi tormenti, le sue paure, la sua fuga e il suo nascondersi al mondo lo rendono molto più simile ad un novello Quasimodo, costretto a lottare contro il suo aspetto e contro la diffidenza e l’ostilità di un mondo intero. Con gli Avengers troviamo lo scienziato Bruce Banner che, colpito per errore dai raggi gamma di una sua invenzione,combatte da una vita contro un alter ego verde e violento che esce fuori quando lui si arrabbia. Chiamato a lottare insieme a una squadra di supereroi che devono salvare il mondo dall’ennesimo cattivo, viene interrogato più di una volta su come sia riuscito a controllare l’Altro (Con lo Yoga? Con la meditazione?); racconta anche, in mezzo al film, di come l’Altro gli impedisca di farsi del male volontariamente, preservando la sua incolumità anche contro la sua volontà (bellissima metafora degli aspetti adattativi dell’emozione).

tulipani colorati per San Faustino

Il fiore di oggi: il tulipano

Lo accomuno al Tulipano, i tulipani hanno necessità di tanto sole come i girasoli e fanno oscillare i loro boccoli per questo, spesso in contorsioni folli, per cercare la migliore inclinazione per assorbire più luce, questo li rende un simbolo di opportunità, di regolazione, di avanzamento e di aspirazione a livelli superiori. Sono comunemente considerati il simbolo del raggiungimento della consapevolezza spirituale, ma anche della bellezza fine a sè: avete mai fatti caso che sono molto belli i tulipani ma non hanno profumo? La bellezza senza piacere ….sterile…come lo spirito.

Iron Man e la Girasole

Tony (Robert Downey Jr.) è il figlio prodigio del magnate Howard Stark, dal quale eredita un’innovativa industria bellica. Ricchissimo, è protagonista di un’esistenza tanto lussuosa quanto inconsapevole, finché la sua vita non verrà sconvolta da un rapimento da parte di un gruppo di terroristi.

iron man su tela

iron man su tela

Capriccioso, ma molto talentuoso, troverà la sua strada solo dopo esser stato salvato dal sacrificio di un amico e dopo aver percorso la “traversata del deserto”, un viaggio di individuazione simbolico costellato da sacrificio e sofferenza.

particolare del girasole

Significato del Girasole d il perché l’ho associato a Iron Man

Tony Stark ideerà così Iron Man, una super armatura che va oltre i limiti del corpo umano. Velocità, forza, potenza di fuoco, capacità di volare: non ha superpoteri, ma grazie a questa straordinaria invenzione diventerà un supereroe, dimostrando che ingegno ed estro sono due delle chiavi preziose che permettono al genere umano di evolversi.

Il suo complesso percorso di trasformazione lo porterà, comunque, ad alternare momenti di incredibile lucidità creativa, a situazioni maniacali in cui sarà prigioniero della bipolarità e dell’ambizione di superare e superarsi.
Il confine tra oltrepassare i propri limiti o diventarne schiavi è spesso molto sottile… e quando si ha un padre molto ingombrante da raggiungere/equivalere/superare, trovare un equilibrio è ancora più difficile, seppur indispensabile per la propria serenità.

Iron Man lo accomuno al girasole che con le loro corolle, da come si muovono, riportano l’idea della ricerca spirituale che cerca di guardare sempre il proprio sole interiore, sono simbolo di flessibilità, di possibilità di fare e realizzazione spirituale oltre che di buona fortuna, ricchezza e ambizione. regalare dei girasoli a qualcuno è un augurio per i suoi obiettivi, perché li ottenga e raggiunga tutti felicemente, sono un ottimo regalo per inaugurare una casa, perché i nuovi inquilini abbraccino la buona fortuna.

Wolverine e la rosa rossa

Logan è un mutante, cioè un essere umano con il DNA contraddistinto dal gene X, che conferisce capacità straordinarie. In questo caso si tratta del fattore di guarigione, ovvero la capacità di guarire rapidamente da tutti i tipi di ferite (come spiegato in Wolverine: Origini), sensi e istinti paragonabili a quelli animali e artigli ossei estraibili a comando dalle mani, che, come il suo scheletro, sono rivestiti dall’interno con una lega metallica indistruttibile chiamata adamantio primario (poi diventato beta unendosi al calcio delle ossa). si scopre nuovamente mortale, deve dimostrare a se stesso di essere un eroe anche senza l’aiuto dei superpoteri; che l‘immortalità è un dono da salvaguardare ma che soprattutto spetta solo a uomini pieni di forza, valore e coraggio, disposti a tutto pur ottenere giustizia.

immagini rosa rossa

immagini rosa rossa

Wolverine lo accomuno alla rosa rossa le sue spine come i suoi artigli, il suo potere di guarire rapidamente come il potere di guarire da un litigio regalando questo fiore.

Thor e l’Iris

Thor e Loki, due fratelli, l’affetto di un padre ingombrante da guadagnare, un trono pesante da conquistare… arroganza e irruenza da una parte, narcisismo e manipolazione dall’altra… proprio un bel quadretto i due giovani rampolli del regno di Asgard.
La dinamica fraterna vede spesso sentimenti quali gelosia e invidia come tematiche di scontro centrali…
La gelosia può scaturire nel maggiore verso il minore che, da quando è nato, lo ha “spodestato dal trono” del legame esclusivo con la madre.

L’invidia può irrompere nel minore perché il primo, in quanto tale, potrebbe ricevere dai genitori un trattamento più favorevole. Ma una via d’uscita c’è sempre… ed è quella del bene verso se stessi.

Infatti, più un individuo riuscirà a maturare affettività verso di sé, più le relazioni con gli altri ne beneficeranno, comprese quelle fraterne. Nel caso di Thor, l’esperienza fatta e gli insegnamenti appresi riusciranno a trasformare la sua irruenza in un senso di protezione verso gli altri.
Al contrario, quando il rancore viene sotterrato nelle zone più inconsce, può condizionare i rapporti in eterno, scatenando un continuo conflitto che, in superficie, potrebbe anche sembrare incomprensibile. Come succede a Loki, guidato da una collera che non gli permette di districarsi da quella sofferenza profonda che lo farà involvere in una sempre più cieca bramosia di distruzione.

Thor lo associo all’Iris, la denominazione del genere ‘iris’ deriva dal termine greco che significa ‘arcobaleno’; nella mitologia greca, era personificato dalla dea Iris, messaggera velocissima degli ordini celesti, soprattutto di Era (o Hera), che consegnava agli dei e agli uomini scendendo e risalendo gli arcobaleni dal Monte Olimpo a terra e nelle profondità terrestri e marine. Secondo alcune interpretazioni, l’arcobaleno stesso era invece tracciato dal cammino di Iris. Nel linguaggio floreale, un mazzo di iris è un regalo significativo per esprimere simpatia (compleanno, anniversario) e ammirazione (socio o collega), confortare (ammalato), incoraggiare nell’affrontare la vita e il futuro dopo le difficoltà, augurando l’arrivo di tempi migliori, ma è il fiore più specifico per il laureando in quanto riflette la saggezza acquisita con gli anni di studio e la speranza che percorso di successi continuerà.

I commenti sono chiusi.