Curarsi con erbe in autunno

Curarsi con erbe in autunno, con raffreddori sempre dietro l’angolo, alcuni rimedi naturali.

La conservazione delle erbe, oltre che tramite essiccamento, può avvenire anche preparando il sale alle erbe, l’olio aromatizzato o nel congelatore: in questo caso le foglie saranno indicate soprattutto per la preparazione di piatti cotti, in quanto la congelazione le foglie perdono di consistenza e, in parte, di aroma.

Curarsi con erbe in autunno
Curarsi con erbe in autunno

Coltivare le erbe aromatiche salutari contro il freddo.
Per ottenere un buon risultato con le piante aromatiche in autunno occorre scegliere le più resistenti al freddo: rosmarino, salvia, alloro, prezzemolo, timo, mirto e santoreggia danno soddisfazione anche in balcone, al sole.

Importante innaffiare solo quando il terriccio è asciutto: la combinazione freddo-terreno bagnato è molto dannosa per le radici, dunque fate molta attenzione.

Dopo l’acquisto occorre rinvasare in un vaso di una o due misure in più, con terriccio biologico nuovo e di alta qualità, meglio se del tipo per piante aromatiche. Il concime liquido (ne esiste persino uno biologico specifico per aromatiche) va dato una volta al mese in inverno e ogni 10-12 giorni da aprile a settembre.

Precedente Come mettere a riparo le piante in autunno e in inverno Successivo Violetta Africana

Lascia un commento

*

Protected by WP Anti Spam