Il fiore di oggi: la Gypsophila o velo di sposa o nebbiolina

Il fiore di oggi: la Gypsophila o velo di sposa o nebbiolina

Oggi parleremo

 

di un fiore che prevalentemente viene usato come complemento per altri fiori nei propri bouquet o mazzi: la gypsophila comunemente detto velo di sposa o nebbiolina.

fioreria padova sarmeola online

fioreria padova online

Questo genere raggruppa alcune piante erbacee perenni e annuali originarie dell’Europa, dell’America e dell’Asia. La Gypsophila, perenne, si presenta come una bassa rosetta di foglie grigio-verdi strette e lunghe, da cui si dividono lunghi steli legnosi, di colore grigio-argenteo, ricoperti da piccoli fiorellini, semplici o doppi, tondeggianti, di colore bianco, più raramente rosa. In inverno gli steli seccano completamente, sia nelle varietà annuali che in quelle perenni. La fioritura solitamente comincia in primavera e si protrae per lungo tempo, talvolta si può ripetere in tarda estate.

Fiori Padova online

La Gypsophila rappresenta l’innocenza e purezza di cuore che, più o meno rappresenta anche il significato del colore bianco.

Il ruolo di complemento di fiori più sontuosi era da confermare fino a non poco tempo fa, da un po’ di tempo è diventata protagonista di allestimenti delicati e d’effetto.  Il nome botanico letteralmente significa ‘amante del gesso‘ e probabilmente deriva dal tipo di terreno , calcareo, adatto alla sua coltivazione. Dietro a un nome così grezzo si nasconde,  un fiore semplice, timido ed esile, tanto che in America viene chiamato Baby’s Breath, cioè respiro di bambino.

fiori matrimonio Padova online

Ci sono tante tipologie di Gypsophila: Elegance, Bristol Fairy, Bridal Veil, Snow Fountain e Garden Bride. Le più recenti sono la New Love, con fiori dal diametro di mezzo centimetro e la Million Stars, ricca di piccoli fiocchi bianchi, perfetta per tappezzare elementi decorativi dalla forma geometrica o per realizzazioni romantiche, ma molto moderne. Fiori più grandi sono, invece, adatti a festoni o a nuvole fiorite morbide, da collocare, magari, alla sommità di vasi.

coroncina gypsophila damigella

Basta guardarla per capire qual è l’origine del suo fascino: la leggerezza. Non stupisce che sia diventata interprete principale di allestimenti anche sontuosi. Basta da sola a creare cuscini vaporosi costellati di candide stelline, bordure e ghirlande lungo la navata o ai polsi delle damigelle.

centrotavola petali rossi e gypsophila

Il risultato di un matrimonio con gypsophila è insieme sobrio e curato, etereo e intrigante.

I commenti sono chiusi.