L’Azalea una pianta fiorita da regalo

L’Azalea una pianta fiorita da regalo per Pasqua, per la Festa della mamma, da interno o in penombra anche da esterno.

L'Azalea una pianta fiorita da regalo
L’Azalea una pianta fiorita da regalo

Oggi parlerò di una pianta molto comune, una pianta fiorita da regalo, tenuta sia all’esterno che all’interno della propria abitazione: l’Azalea.

www.fioreriasarmeola.com

L’Azalea è un arbusto sempreverde originario dell’Asia; vi appartengono decine di specie, diffuse in gran parte nell’emisfero settentrionale. Ha fusti sottili, densamente ramificati, di colore bruno-rossastro, il fogliame è di colore verde scuro, leggermente ruvido e solido, ricoperto da una rada peluria.

Azalea ad alberello
Azalea ad alberello

Nel suo insieme l’arbusto assume una forma tondeggiante, ed in genere le varietà coltivate come piante da interno non superano i 30-50 cm di altezza.

Fiori Padova onlineDurante i mesi invernali, verso l’inizio della primavera, produce piccoli fiori a forma di imbuto, che ricoprono interamente la pianta, riuniti in grappoli di tre-quattro; i colori sono in genere nei toni del rosa e del lilla anche se ora si hanno  anche altre colorazioni che partono dal bianco per arrivare al rosso.

L'Azalea una pianta fiorita da regalo
L’Azalea una pianta fiorita da regalo

Esistono numerosi ibridi, con fiori variegati e striati. Le azalee da interno hanno un’ampia diffusione sul mercato; visto che si prestano molto bene alla coltivazione forzata nei vivai sono disponibili fiorite praticamente per tutto l’arco dell’anno, calcolando nei periodi caldi una fioritura molto più veloce.

azalea festa dei Nonni
azalea festa dei Nonni

Le Azalee vengono coltivate come piante da appartamento, quindi ad una temperatura minima di 10-12°C; in effetti sarebbero specie rustiche, ma la coltivazione forzata in serra suggerisce di utilizzare molta cautela nell’esporle all’aperto queste piante: si può provare a piantarle in giardino all’inizio della priamvera, possibilmente in un luogo riparato. In generale si coltivano in luoghi luminosi, ma non dove possono essere colpite dai raggi solari per periodi di tempo eccessivamente prolungati, soprattutto durante i mesi più caldi dell’anno.

Consiglio di bagnare la pianta immergendo il vaso in un secchio pieno d’acqua per circa un’ora e poi eliminando l’eccesso lasciandola sgocciolare. In estate se la pianta viene lasciata all’esterno necessita di annaffiature scarse e frequenti, in modo da mantenere il terreno abbastanza umido, ma non eccessivamente inzuppato d’acqua.

A  partire dalla caduta dei fiori fino a metà dell’estate consigliamo di concimare ogni due settimane con un fertilizzante per acidofile. Se la pianta è stata appena rinvasata, non è necessario concimare perché il terriccio fresco è già abbastanza nutriente.

Precedente Il colore Lilla e il suo significato Successivo 3 cose che non sai di una rosa bianca