La pianta di oggi: la Calancola o Kalanchoe

La pianta di oggi: la Calancola o Calanchoe

La pianta di oggi_ la Calancola o Kalanchoe

La pianta di oggi, è una pianta coloratissima e il suo nome è Calancola.

Fiori Padova online

La Calancola o Kalanchoe  è una piante sempreverde appartenente alla famiglia delle Crassulacee; la sua caratteristica sono le foglie succulente e fiori che si sviluppano all’estremità dei rami e che frequentemente sono composti da quattro petali.

composizione natalizia con calancole composizione con succulenteLe foglie hanno una forma più o meno ovale, con bordo a volte dentato di colore verde, mentre i fiori sono simili a piccole roselline caratterizzate da molteplici tinte vivaci.

I suoi fiori possono essere gialli, arancio, rosa, viola, ma la specie pura, che cresce tra le alture del Madagascar settentrionale, presentano fiori di un rosso minio.

composizione in stile shabby chicQueste piante riescono raramente a superare i 50 cm di altezza anche se comunque esistono varietà in grado di raggiungere anche il metro.

Calanchoe per la mamma
Calanchoe per la mamma

fiori matrimonio Padova online

Come detto in precedenza la Calancola è originaria del Madagascar,  ma anche dell’America Meridionale, Africa meridionale, India e Cina. Il terreno idoneo per la Kalanchoe Blossfeldiana deve essere torboso e misto a sabbia fine: esso deve infatti essere soffice ma anche molto ben drenato, così da fare in modo che il terricciosi asciughi in fretta tra un’innaffiatura e l’altra.

calancola-Pasqua-Padova

La Calancola riesce a sopravvivere ad alte temperature, tipiche della stagione estiva, mentre non si può dire lo stesso delle temperature rigide dell’inverno, soprattutto quando esse  scendono al di sotto dei 7 – 8 °C. La temperatura ideale per far crescere al meglio la Kalanchoe è infatti sono tra i 15° ed i 22 °C. Necessita di esposizioni a luoghi luminosi, ma non colpiti in maniera diretta dalla luce del sole, almeno non nelle ore più calde dei mesi estivi.

kalanchoe o carancole

Per curare la Calancola bisogna concimarla periodicamente con un concime per piante grasse che sia liquido a base di fosforo e potassio e che si adoperi diluendolo con l’acqua da utilizzare per l’irrigazione. La Kalanchoe deve essere rinvasata ad anni alterni sostituendo non solo il vaso, ma anche il terriccio.

kalanchoe o carancole

E’ bene annaffiare la pianta solamente quando il terriccio risulta essere asciutto da alcuni giorni: si consiglia di irrigarla circa ogni 10 giorni. In poche parole quando sentote il vaso leggero.

Insomma la Calancola è una pianta adatta a tutti, da utilizzare anche come piccoli centrotavola.

 

Precedente Halloween e vampiri per una festa terrificante Successivo Il fiore di oggi: la Fresia