Profumi d’autunno

Profumi d’autunno, ciclamini, caldarroste, funghi e muschio sono alcuni elementi che mi portano a questa stagione di transizione tra l’estate e l’autunno.

Profumi d'autunno
Profumi d’autunno

Ottobre e l’autunno hanno il loro profumo. Anche gli altri periodi ce l’hanno. Quando passi più tempo chiuso in casa e all’improvviso esci, ciò che ti avvolge oltre alla temperatura, è il profumo dell’aria.

Avete notato come cambia il suo profumo ad ogni stagione? Ottobre profuma d’autunno, non è come quello di settembre, cambia in cui ogni cosa, i colori, la temperatura, ricordano soltanto la fine dell’estate.

Ottobre profuma d’autunno. Esci di prima mattina e senti l’odore dell’umidità e delle foglie secche e ingiallite già precipitate al suolo che ne sono ricoperte. La terra assume quell’odore tipico delle cantine dei vecchi casolari di campagna con l’odore del legno impregnato di umidità.

Nell’aria si distingue l’odore acre dei primi camini accesi e della legna bruciata. L’aria si fa pungente ma non fredda, insomma non abbastanza da ricordarti l’inverno.

Composizioni autunnali
Composizioni autunnali

Te ne stai lì ad osservare il cielo e non ti viene in mente di cercare il sole…perché il cielo ad ottobre ha un altro colore e non è quello del sole.

Ti stringi le braccia avvolte solo dalla camicia da notte e te le strofini energicamente per non avere la tentazione di rientrare nel calore della casa e goderti fino in fondo quel momento.

Quel profumo ti fa pensare al sottobosco, alle castagne, ai funghi, al silenzio di una passeggiata in un faggeto con le scarpe intrise di fango e il fiato che forma aloni sui vetri quando ti siedi al caldo di una caffetteria.

Ottobre profuma d’autunno, di malinconia, di foschia, di tempo che rallenta e di suoni attutiti.

Precedente 3 idee fiorite aspettando l'autunno Successivo Sapori d'autunno