3 centrotavola con verdura.

3 centrotavola con verdura, chi lo dice che non si possono realizzare delle composizioni usando al posto dei fiori altri elementi vegetali, scopriamolo assieme.

Calle e lisianthus inseriti in vasi originali, ricavati da zucche e cespi di insalata Troca, Gentile, Scarola o Quercia.

In passato abbiamo parlato anche di un matrimonio a tema frutta, ricco di spunti per creare composizioni fresche anche e soprattutto in estate!

Zucchine, melanzane, fiori di zucca.

Per composizioni spiritose e sempre diverse, che rallegrano la tavola e anche il salotto… seguitemi per saperne di più tra una zucchina tonda e una melanzana striata.

In inverno proporrei dei centrotavola di verdura composto da radicchi rossi come il semilungo IGP di Verona o il tondo di Chioggia. Poi c’è il Tardivo di Treviso o la variegata di Castelfranco.

Si possono usare anche dei cespi di Troca, Gentile o Lattuga Romana con le loro forme e tonalità di verde.

Si può anche comporre un centrotavola con pinzimonio usando carote, sedano bianco e sedano verde.

3 centrotavola con verdura
3 centrotavola con verdura

Una composizione realizzata con le calle arancioni, alte ed eleganti e delicati lisianthus. I fiori, diversi per colore e altezza, sbucano da zucche e cespi di insalata, trasformati per l’occasione in vasi originali.

Per variare, al posto dei fiori, potete utilizzare qualche ramo a bacche che richiamino il colore della zucca.

Come contenitori, vanno bene anche cespi di radicchio o broccoli romani.

LA SPESA PER I CENTROTAVOLA
piccole zucche
sfera di maclura
lattuga
calle
lisianthus
provette di vetro

Staccate il picciolo dalle due zucchette e con un coltellino incidete la polpa a una profondità di circa 4 centimetri. Fate la stessa cosa con il cespo di lattuga. Inserite nei “vasi” vegetali così ottenuti le provette riempite d’acqua e la sfera di maclura e collocatevi i fiori.

Garofani screziati nei toni del viola, radicchio e borlotti freschi per una composizione di fiori e verdura che troverà posto su ogni tavola possono essere un’altra alternativa.

Avvolgete la spugna circolare con la foglia di aspidistra e legatela con un giro di spago.

Appoggiatevi i fagioli borlotti tutt’intorno, in verticale, fissateli con spilli da cucito e sigillateli con un altro giro di spago. Inserite infine i garofani recisi nella spugna bagnata, alternandoli con i cespi di radicchio.

Alternative:
– Al posto dei garofani, foglie di cavolo nero, cimette di cavolfiore o cavolini di Bruxelles.
– Qualche alternativa al “recinto”? Fagiolini verdi o carote sottili.

Precedente Antica Fiera del Soco Successivo Matrimoni esotici