Metti un fiorista allo SMAU

Metti un fiorista allo SMAU

Ma che ci fa un fiorista o fioraio allo SMAU di Padova?  Prima di tutto ho ricevuto l’invito e sono quattro anni che frequento seminari interessanti tenuti da professionisti della comunicazione digitale all’interno di questi due giorni dedicati all’innovazione e alle Start Up di incubatori o di Business Angel. In tempi dove si discute dell’iPhone7 o 8 o del Galaxy che va a fuoco… è comunque importante restare aggiornati sull’evoluzione digitale anche per famosa azienda 4.0

Metti un fiorista allo SMAU

Il mondo della comunicazione non è più solo cartaceo ma è CONDIVISIONE o “share economy”. Si condivide tramite lo smartphone ed un SOCIAL network qualsiasi prodotto, un piatto culinario, un selfie, un paesaggio e nel nostro settore i fiori.

Fiori online a Padova

Allo SMAU di Padova, ci sono tante idee anche di ragazzi che mostrano le proprie innovazioni e cercano investitori nei loro progetti con APP (applicazioni per Smartphone o Tablet) che possano semplificare la vita in questi tempi frenetici per i mille impegni da svolgere tra casa, lavoro e famiglia.

Molte startup si occupano di salute e ambiente altre di stampanti 3D.

Fioreria Sarmeola è presente su Facebook, Twitter, Instagram, Pinterest e Google Plus, condividiamo post, foto e idee che riguardano composizioni di fiori per regalo, composizioni per matrimonio e composizioni anche per laurea, si sa Padova è una delle città universitarie più frequentate in Italia. Per noi è interessante parteciparvi come visitatori perché è interessante tenersi aggiornati su tutto ciò che riguarda tecnologia e comunicazione.

Fioreria Sarmeola da quasi cinque anni è presente anche online con un ecommerce shop di fiori con consegne a domicilio a Padova di recente, con la Festa della Donna abbiamo riscontrato un incremento di visualizzazioni e di acquisti online da persone che per motivi di studio o lavoro si trovano a centinaia o migliaia di km di distanza da Padova.

Precedente Nocciolo contorto per decorare Pasqua Successivo Una Pasqua in stile shabby chic